consulenza legale online

Consulenza legale online

Dovunque tu sia, richiedici senza impegno una consulenza legale online!

Modulo di contatto

Questo articolo è stato scritto da:

stef 01

Avv. Stefania Sbressa Agneni

contatto diretto mobile :  +39 340 79 65 261

Autrice per Giuffrè Editore

Scrive per la rivista di Vercelli La Grinta

Autrice per diversi blog giuridici

Iscritta all'Albo degli Avvocati di Verbania

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

 

Se il coniuge divorziato forma una nuova famiglia anche di fatto, rescindendo ogni connessione con il tenore di vita goduto con il matrimonio, viene definitivamente meno ogni presupposto per il riconoscimento dell'assegno divorzile a carico dell'altro coniuge, sicché il relativo diritto non entra in stato di quiescenza, bensì viene per sempre escluso.

Questo lo ha stabilito la Corte di Cassazione nell'ordinanza n. 18117/2017, respingendo il ricorso della ex moglie che si era vista dichiarare insussistente il diritto all'assegno divorzile, mentre restava confermato il mantenimento per il figlio.

Nello specifico, la moglie conviveva con altro uomo. Per i giudici il diritto, quindi, non entra in fase di quiescenza, ma viene definitivamente eliso.

Pertanto sono irrilevanti le successive evoluzioni del nuovo rapporto (intendendo anche la cessazione dello stesso).

 

 

Articolo dello Studio Legale Sbressa Agneni

Articolo pubblicato nella sezione " News dalla Corte "

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

ASSISTENZA LEGALE

Ti serve assistenza legale su questo argomento ? Contatta subito lo Studio Legale Sbressa Agneni, compila il nostro modulo di consulenza online / telefonica.

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

 

famiglia e responsabilita civile

"Famiglia e Responsabilità Civile" UTET Giuridica

Scritto da AVV. SBRESSA AGNENI