consulenza legale online

Consulenza legale online

Dovunque tu sia, richiedici senza impegno una consulenza legale online!

Modulo di contatto

Questo articolo è stato scritto da:

stef 01

Avv. Stefania Sbressa Agneni

contatto diretto mobile :  +39 340 79 65 261

Autrice per Giuffrè Editore

Scrive per la rivista di Vercelli La Grinta

Autrice per diversi blog giuridici

Iscritta all'Albo degli Avvocati di Verbania

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

 

Preg.mo Avv. Stefania Sbressa Agneni,

sono separato da mia moglie da quasi un anno e lei dopo soli tre mesi ha iniziato una relazione con un altro uomo che abita nella sua stessa città. La casa coniugale, di proprietà al 50% di entrambi, una villa di prestigio con ampio giardino con tutti i mobili che l'arredano (tutti di design di alto livello di antiquariato), è stata assegnata alla mia ex moglie che vi abita con i figli.

Questo signore da circa nove mesi oramai frequenta con assiduità la casa a tutte le ore del giorno e spesso si ferma a dormire nella casa coniugale in presenza anche dei miei tre figli, di cui due in età adolescenziale.

Le chiedo se posso fare qualcosa per impedire che questo uomo stia sempre a casa mia con i miei figli. Non vorrei che lo vedessero come padre, anche perché lui non ha ancora figli.

Mi dica qualcosa Lei, gentile avvocato! Grazie per la risposta che se vorrà potrà pubblicare sul sito dello studio legale Sbressa Agneni che seguo sempre con interesse.

(Davide, Varese)

Caro Davide,

con la separazione viene meno l'obbligo della fedeltà e di tutti gli obblighi che discendono dal matrimonio, e di conseguenza sua moglie può frequentare un altro uomo ed anche andare a convivere.

La casa coniugale è stata assegnata a sua moglie nonostante lei mantenga la proprietà dell'immobile al 50%, ma il godimento del bene appartiene a sua moglie che può ricevere ed ospitare chi crede e con libertà.

Tuttavia essendoci tre figli minori, entra in gioco il buon senso che dovrebbe regnare in questi casi nell'interesse precipuo della prole.
Sua moglie avrebbe dovuto presentare il nuovo compagno in modo graduale e poi con il tempo tutto viene da sé!
Sento spesso donne appena separate che all'inizio della nuova relazione, presentano il nuovo compagno prima come amico e poi in modo graduale, tenendo soprattutto conto della sensibilità dei propri figli.

Nel ricorso per separazione personale dei coniugi, in questi casi si mette una condizione specifica in cui viene dichiarato di non intraprendere una nuova relazione nella casa coniugale, almeno per i primi anni in cui i figli non devono assolutamente confondere il ruolo genitoriale con altre persone che magari sono solo una parentesi e di passaggio.

Le consiglio in primis di parlare con sua moglie e magari di far predisporre una comunicazione formale da un suo legale di fiducia.
Continui a seguire il sito dello studio legale Sbressa Agneni che per il 2017 ha preparato moltissime ed interessanti novità, con eventi anche presso la nostra sede di Borgomanero.

 

Si precisa che questa consulenza online è stata fornita dietro pattuito compenso forense.

 

Articolo dello Studio Legale Sbressa Agneni

Articolo pubblicato nella rubrica " Diritto e Sentimenti "

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

ASSISTENZA LEGALE

Ti serve assistenza legale su questo argomento ? Contatta subito lo Studio Legale Sbressa Agneni, compila il nostro modulo di consulenza online / telefonica.

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

 

Famiglia e persone

"Famiglia e Persone" UTET Giuridica

Scritto da AVV. SBRESSA AGNENI

logo paypal pagamento
  
Per il servizio di consulenza online, si accettano pagamenti tramite PayPal.
Accedi al modulo di contatto e chiedici un preventivo gratuito.