chiama avvocato
 
0322 - 84 21 77
Chiama e richiedi un preventivo gratuito.
icona whatsapp 340 79 65 261
La consulenza telefonica è solo su appuntamento e previo pagamento anticipato.

consulenza legale online

Consulenza legale online

Dovunque tu sia, richiedici senza impegno una consulenza legale online!

Modulo di contatto

Questo articolo è stato scritto da:

stef 01

Avv. Stefania Sbressa Agneni

contatto diretto mobile :  +39 340 79 65 261

Autrice per Giuffrè Editore

Scrive per la rivista di Vercelli La Grinta

Autrice per diversi blog giuridici

Iscritta all'Albo degli Avvocati di Verbania

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

 

La disciplina dei rapporti di vicinato richiede sempre una valutazione comparativa degli interessi in conflitto.

La legge pone così delle regole di carattere generale come per esempio le distanze minime dal confine, determinate in una misura precisa.

Il proprietario può costruire nel proprio fondo, nel rispetto dei limiti imposti dalla legge e dai regolamenti edilizi, anche se in tale modo reca danno al fondo confinante privandolo del panorama. Può trascurare il proprio cortile, anche se ciò rende meno gradevole la veduta al vicino.

Può chiudere il proprio fondo, anche se ciò danneggia i cacciatori della zona che non vi potranno più entrare per la caccia. E così via.

Vi è però una situazione limite nella quale la valutazione degli interessi in conflitto può ammettersi, ovvero quella in cui l'atto sia dannoso ai terzi e la mancanza di interesse del proprietario sia così evidente da far necessariamente concludere che egli abbia lo scopo di nuocere o recare molestia ad altri.

Tale comportamento è l'atto di emulazione che è vietato ed è fonte di responsabilità per danni ai sensi dell'articolo 833 del codice civile.

L'elemento essenziale dell'atto di emulazione è costituito dalle caratteristiche oggettive dell'atto ovvero dalla dannosità ai terzi e dalla assoluta mancanza di utilità per il proprietario.
In questo caso, l'intento di fare danno deve necessariamente presumersi.

E d'altra parte, un'intenzione maligna non basterebbe a rendere condannabile un atto di esercizio del diritto che presenti qualche oggettiva utilità per il proprietario.

Ovviamente l'atto emulativo deve essere provato.

Per informazioni, consulenze legali ed assistenza legale stragiudiziale o giudiziale in diritto civile e diritto di famiglia potete contattarci in sede a Borgomanero in provincia di Novara (0322 842177) oppure al mobile (340 7965261) al quale siamo sempre reperibili. Garantiamo sempre un valido e concreto aiuto legale con elevata competenza, professionalità e serietà.

 

 

Articolo dello Studio Legale Sbressa Agneni

Articolo pubblicato nella sezione " Buono a sapersi "

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

ASSISTENZA LEGALE

Ti serve assistenza legale su questo argomento ? Contatta subito lo Studio Legale Sbressa Agneni, compila il nostro modulo di consulenza online / telefonica.

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

 

Famiglia e persone

"Famiglia e Persone" UTET Giuridica

Scritto da AVV. SBRESSA AGNENI

logo paypal pagamento
  
Per il servizio di consulenza online, si accettano pagamenti tramite PayPal.
Accedi al modulo di contatto e chiedici un preventivo gratuito.