chiama avvocato
 
0322 - 84 21 77
Chiama e richiedi un preventivo gratuito.
icona whatsapp 340 79 65 261
La consulenza telefonica è solo su appuntamento e previo pagamento anticipato.

consulenza legale online

Consulenza legale online

Dovunque tu sia, richiedici senza impegno una consulenza legale online!

Modulo di contatto

Questo articolo è stato scritto da:

stef 01

Avv. Stefania Sbressa Agneni

contatto diretto mobile :  +39 340 79 65 261

Autrice per Giuffrè Editore

Scrive per la rivista di Vercelli La Grinta

Autrice per diversi blog giuridici

Iscritta all'Albo degli Avvocati di Verbania

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

 

I diritti dei legittimari si possono ledere con disposizioni testamentarie e con donazioni.
La porzione spettante ai legittimari deve essere determinata tenendo conto non solo del patrimonio del de cuius al tempo dell'apertura della successione, ma anche dei beni che egli abbia donato in precedenza.

Piu' precisamente, occorre in primo luogo calcolare il relictum, cioè il valore netto del patrimonio lasciato dal de cuius, pari al valore delle attività (beni e crediti) meno il valore delle passività (debiti).
Al relictum si aggiunge il donatum, cioè il valore di tutte le donazioni fatte in vita dal de cuius.
Questa operazione ha carattere puramente contabile e perciò viene detta riunione fittizia (del relictum con il donatum). Sull'asse così formato si calcola la porzione di cui il defunto poteva disporre e quella riservata invece ai legittimari.

A questo punto, per stabilire se via sia stata lesione della legittima, occorre tener conto delle donazioni e dei legati fatti al legittimario (imputazione ex se). Salva un'eventuale diversa disposizione del de cuius, infatti, le donazioni si considerano come anticipazioni della porzione di legittima, e i legati costituiscono pure un modo di soddisfare i diritti del legittimario.

Tutti i calcoli anzidetti si fanno in base al valore dei beni al momento dell'apertura della successione.

Le donazioni possono venire impugnate dai legittimari solo in sede successoria e non già durante la vita del donante.

Per informazioni, consulenze legali ed assistenza legale stragiudiziale o giudiziale in diritto civile e diritto di famiglia potete contattarci in sede a Borgomanero in provincia di Novara (0322 842177) oppure al mobile (340 7965261) al quale siamo sempre reperibili. Garantiamo sempre un valido e concreto aiuto legale con elevata competenza, professionalità e serietà.

 

 

Articolo dello Studio Legale Sbressa Agneni

Articolo pubblicato nella sezione " Buono a sapersi "

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

ASSISTENZA LEGALE

Ti serve assistenza legale su questo argomento ? Contatta subito lo Studio Legale Sbressa Agneni, compila il nostro modulo di consulenza online / telefonica.

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

 

Famiglia e persone

"Famiglia e Persone" UTET Giuridica

Scritto da AVV. SBRESSA AGNENI

logo paypal pagamento
  
Per il servizio di consulenza online, si accettano pagamenti tramite PayPal.
Accedi al modulo di contatto e chiedici un preventivo gratuito.